Libri di Stelle: Letture consigliate

In questo spazio troverete i miei consigli di lettura. Li propongo nel desiderio di condividere una traccia dei libri che hanno risuonato con la mia anima, aiutandomi a crescere nel percorso personale e terapeutico.
 

La danza degli alberi
di Marcus Parisini


Un libro fitto di immagini, dove le parole si scorporano per suggerire emozioni, per provare non a sostituirsi alla materia ma a sostenerla e verticalizzarla, a farsi ponte – proprio come fanno gli alberi – tra terra e infinito: “e ogni albero solitario si è offerto al mio salire”. 
Mostrando la loro crescita paziente e faticosa, simile a quella umana, lunga millenni. Passando dalla testa al cuore, da un disegno dell'albero al tastarlo in un abbraccio. Per giungere alla pura contemplazione, che è sentirci uno con tutto ciò che è: dal nostro corpo a quello degli alberi, dal suolo che calpestiamo al cielo che essi toccano.
L'autore di questo piccolo libro che celebra gli alberi con sguardo sacro si è laureato in architettura a Firenze e all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, è pittore in mostre collettive e personali, insegna illustrazione a Torino e ha aperto un laboratorio a Cuneo chiamato “Il Giardino del Disegno”. Ha pubblicato altri volumi, da lui interamente ideati e illustrati,  dedicati alla natura, agli animali e agli indiani d'America.
Questo libro alterna immagini e parole, disegni vivi dei boschi e stralci di poesia vergati a mano, in un collage artistico che si fa specchio di un sentire delicato, essenziale, elegante, profondamente spirituale e materico insieme. 
Porta al lettore la nostalgia innata che ha la terra del cielo, l'ombra della luce, l'umano del divino. Gli alberi sono accostati come saggi Maestri, con curiosa umiltà ma soprattutto con amore.
Un libro che induce a sognare e a ricordare insieme come riempire le proprie tasche di semi e come lasciarli volare nel vento, verso la bellezza. 
Una raccolta di scritti e disegni composta con arte da Parisini che ci insegna a vedere con il cuore, ad ammirare la natura, a proteggerne i doni come splendidi riflessi di un amore pieno: “(...) senza mai uscire dal bosco, aprendosi la strada, quella strada segreta che lui solo sapeva e passava attraverso tutti i boschi, che univa ogni bosco in un bosco solo, ogni bosco del mondo in un bosco al di là di tutti i boschi, ogni luogo del mondo in un luogo al di là di tutti i luoghi” (I. Calvino).